DESCRIZIONE TERZA AREA OPERATORE SOCIALE

FIGURA PROFESSIONALE
ASSISTENTE SOCIO - PSICOPEDAGOGICO
(IV E V ANNO SETTORE OPERATORE SOCIALE)
 leggi la struttura del corso

Descrizione della figura professionale:
L’Assistente socio-psicopedagogico è una figura di mediazione tra le diverse istituzioni ed agenzie operanti nella rete territoriale che svolge funzioni di assistenza psicofisica a minori, anziani e disabili presi in carico, per stimolarne l’autonomia e il perseguimento del benessere, e collabora con i diversi esperti della Rete dei Servizi Sociali, dagli   operatori sanitari agli operatori delle agenzie educative, per una progettazione sinergica che possa convogliare i diversi interventi in programmi e intenti condivisi ma anche per svolgere funzione critica nei confronti degli stessi in presenza di eventi, fenomeni e procedure ritenuti incongruenti ai fini della salute mentale e fisica del soggetto preso in carico.

Competenze di base:
(Insieme delle conoscenze, e delle loro capacità d’uso, che costituiscono sia la base minima per l’accesso al lavoro, sia il requisito per l’accesso a qualsiasi percorso di formazione ulteriore)

  • Conoscere le motivazioni del lavoro sociale
  • Conoscere i limiti generali del proprio sé
  • Considerare il proprio sé come convergenza di punti di forza e di punti di debolezza
  • Conoscere le fasi fondamentali relative allo sviluppo psico-corporeo dell’intero ciclo di vita dall’infanzia alla senescenza
  • Conoscere le problematiche relative alla “diversità” in età evolutiva, in adolescenza e in età senile 
Competenze trasversali:
(Competanze comunicative, relazionali, di problem solving ecc., che entrano in gioco nelle diverse situazioni lavorative e consentono al soggetto di trasformare i saperi in un comportamento lavorativo efficace in un contesto specifico)
  • Utilizzare opportunamente le capacità empatiche
  • Essere capaci di comunicare empaticamente con l’utente mantenendo la distanza della presa in carico
  • Saper Comunicare in modo efficace per il benessere della persona e per l’ecologia dello sviluppo
  • Essere capaci di applicare correttamente le regole dell’ascolto attivo
  • Saper individuare i comportamenti e gli atteggiamenti
  • Saper gestire e pianificare le situazioni conflittuali e con il problem solving

Competenze tecnico-professionali:
(Le competenze tecnico professionali sono costituite dai saperi e dalle tecniche connesse all’esercizio delle attività operative richieste dai processi di lavoro a cui si riferisce nei diversi ambiti professionali)
  • Conoscere le tecniche relative al colloquio
  • Saper individuare gli ostacoli alla comunicazione e alla relazione
  • Essere capaci di progettare un lavoro individuale o di gruppo per le diverse tipologie di utenti
  • Essere capaci di lavorare in equipe e in team
  • Possedere conoscenze igienico sanitarie fondamentali per affiancare gli operatori sanitari e comprenderne linguaggi e modelli di riferimento
Possedere capacità relative alle attività espressivo creative
Mansioni:
  • Agisce le procedure della presa in carico (accoglienza incondizionata, sospensione del giudizio, ascolto attivo, 
  • Progetta e attua interventi mirati funzionali al soddisfacimento dei bisogni della persona
  • Attua una comunicazione efficace per il benessere della persona e per l’ecologia dello sviluppo
  • Progetta in èquipe e attua interventi di trattamento della disabilità
  • Progetta e agisce interventi di mediazione tra la persona presa in carico, la famiglia e i servi socio sanitari   
  • Agisce tecniche di animazione e di gestione dei gruppi naturali nell’ecosistema di vita della persona
  • Si inserisce attivamente nei Servizi di rete
  • E in grado di adottare strumenti telematici di ausilio alla persona per stimolare il processo di autonomia
Sbocchi occupazionali:
  •  Servizi Sociali pubblici e privati e servizi appartenenti al Terzo Settore
PERCORSO FORMATIVO
Motivazioni e finalità del progetto
Il progetto relativo alla formazione dell’assistente psico-pedagogico è volto ad affrontare e risolvere i piccoli e grandi problemi che accompagnano la persona in tutto il suo ciclo vitale, che siano assimilabili o meno a situazioni patologiche.
Le recenti trasformazioni avvenute nel tessuto sociale, soprattutto quelle relative alla famiglia che vedono entrambi i coniugi immersi a tempo pieno nel mondo del lavoro, e le conseguenti ricadute sui soggetti più vulnerabili, richiedono operatori in grado di svolgere funzioni vicariali di accompagnamento e cura della persona, in grado di svolgere funzioni di prevenzione del disagio, quindi di attuare interventi volti a contrastare il disadattamento e la devianza, l’abuso e l’abbandono, finalizzati all’integrazione della persona alla condivisione.
Descrizione degli eventuali caratteri innovativi del progetto
(metodologie, strumenti, ecc.)
Sarà privilegiato l’esercizio della narrazione autobiografica e la narrazione di storie, attuato attraverso più linguaggi espressivi per stimolare negli allievi una maggiore consapevolezza di sé e conquistare spazi di autonomia intellettuale attraverso l’analisi empirica sull’esperienza e la messa in discussione di convinzioni disfunzionali e situazioni conflittuali, per sviluppare forme di riflessività critica più evolute.
Tali attività prefigurano l’arte che va appresa, stimolando la strutturazione di schemi procedurali accompagnati dalla riflessione sull’esperienza e dalla successiva concettualizzazione teorica.
Eventuali iniziative di orientamento per l'inserimento professionale
Attività di Stage con esperti del settore presso Enti pubblici e privati e/o del terzo Settore
Indicazione di eventuali Soggetti Istituzionali e/o Forze Sociali e produttive coinvolte per la progettazione e la realizzazione dell'intervento
Soggetto coinvolto
Attività svolta
REGIONE CAMPANIA
Formazione e verifica standard qualitativi
Alba Consulenze s.r.l. Napoli
Formazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.